Prevenzione…a volte anche Gratis!

Se lavori in un’azienda come dipendente, hai diritto, per legge, ad una copertura sanitaria di tipo assicurativo (Decreto 27 ottobre 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 12 del 16 gennaio 2010).  Il costo di questa copertura è in parte pagato direttamente dalla tua azienda ed in parte viene prelevato automaticamente dalla tua busta paga. E’quindi importante sapere come utilizzare questo strumento anche per la tua salute orale.

  • Se sei un dipendente nel settore commercio, servizi e turismo, la tua copertura sanitaria è erogata da Fondo Est – Unisalute (attiva fino al 31/12/2017 presso Studio Rossani), del gruppo Unipol. Le prestazioni di solito erogate gratuitamente in un anno  sono: 1 ablazione del tartaro; fino a 4 estrazioni dentarie; fino a 3 impianti endossei. Le prestazioni non gratuite vengono comunque erogate rispettando il tariffario ufficiale Fondo Est, molto vantaggioso rispetto ai prezzi di mertcato. Per verificare la propria copertura e fissare un appuntamento con noi, puoi sia telefonare al numero verde 800.01.66.48, sia accedere al sito www.fondoest.it Per ricevere la tua password di accesso ai servizi online, invia un’email con il tuo codice fiscale a: credenziali@fondoest.it                                                                                                             
  • Se sei dirigente o quadro, la tua copertura sanitaria è erogata dal Fasdac , del gruppo Unipol (solo convenzione rimborsuale dal 1/1/2019 presso Studio Rossani). Le prestazioni seguono un tariffario ufficiale; quando ricevi una prestazione, pagherai alla struttura il 30% dell’importo, mentre il 70% è a carico del Fasdac. Alla tua prima seduta, dovrai inoltre versare alla struttura una quota fissa di € 51,65 (da rinnovare ogni 180 giorni nel caso di terapie lunghe). Se sei un dirigente, hai diritto ad una convenzione diretta, pertanto verserai direttamente alla struttura il 30% della parcella e il Fasdac provvederà al saldo presso la struttura. Se sei un quadro, hai diritto ad una convenzione indiretta, pertanto verserai direttamente alla struttura il 100% della parcella e il Fasdac ti rimborserà il 70%.                                                                                                                       

Se la tua azienda produce beni o servizi, il tuo fondo di assistenza sanitaria è erogato dal FASI, con cui operiamo in un regime di convenzione indiretta. Una volta fatturate le prestazioni eseguite, dovrai inviare il modulo di rimborso, la ricevuta sanitaria e l’eventuale documentazione ed il FASI ti rimborserà le quote previste nel suo tariffario ufficiale.

Pronto-Care è un fondo sanitario integrativo gestito da INA-Assitalia e offre la sua copertura ai dipendenti di varie aziende. Pronto-Care, in base al contratto stipulato con l’azienda, paga direttamente alla struttura la totalità o parte degli onorari, previa emissione di un’autorizzazione a procedere. Tutta la procedura burocratica viene gestita dalla struttura. Convenzione DIRETTA presso Studio Rossani

risparmiare dal dentista

D – Il vostro studio è il primo in Italia ad applicare tariffe low-cost prenotabili online. Come si concilia il basso costo con la qualità delle prestazioni?

R – Utilizziamo lo stesso sistema delle compagnie aeree. Il low-cost è applicato solo ad una determinata quantità di prestazioni e la tariffa varia secondo l’anticipo con cui viene effettuata la prenotazione.

D – Quindi chi prima arriva meglio alloggia.

R – Sì. In merito alla qualità, non facciamo nessuna differenza tra una seduta prenotata in promozione e una a tariffa piena. Dedichiamo lo stesso tempo e la stessa cura in entrambi i casi, cercando di assicurare lo stesso alto standard qualitativo.

D – Quali sono i servizi che offrite in promozione?

R – Sostanzialmente i servizi legati alla prevenzione: igiene professionale, e trattamenti per denti sensibili In più, offriamo sedute di estetica: sbiancamento dei denti e filler antietà.

D – Non offrite protesi o impianti a prezzi scontati?

R – Assolutamente no. Laddove si tratta di chirurgia o di protesi su misura, lesinare sul prezzo è una follia perché si va necessariamente a scapito della qualità.

D – Che cosa ne pensa dei “viaggi della salute” nei paesi dell’Est europeo?

R – Non metto in dubbio la preparazione e la qualità del lavoro dei colleghi dell’Est: sono sicuramente in grado di offrire prestazioni eccellenti. Il problema è che praticamente tutti i lavori di una certa entità, tra cui gli impianti o le protesi fisse, hanno bisogno di controlli e messe a punto a breve, media e lunga scadenza. Non è un’opzione: è una necessità. Se ogni appuntamento dal medico richiede un biglietto aereo, si finisce per lasciar perdere, finendo così per compromettere tutto il lavoro. Volendo rispettare i necessari interventi di messa a punto e manutenzione, tutta la terapia finirebbe per costare molto di più che se fosse stata eseguita in Italia. Il mio consiglio, quindi, è di rimanere in patria.

D – Tornando al low-cost: richiedete il pagamento anticipato?

R – Sì, è richiesto il pagamento anticipato tramite carta di credito.

D – Il servizio di prenotazione per le prestazioni low-cost è partito di recente. Sta avendo successo?

R – Più del previsto. Sono soprattutto i giovani professionisti e gli studenti universitari ad approfittarne; a quanto pare il passaparola si sta rapidamente diffondendo.